2.789 views

Costone roccioso, oltre 2 milioni di euro per il consolidamento

7 febbraio 2011

È in arrivo la tranche di risorse definitiva per il consolidamento del costone roccioso che sovrasta il quartiere Batia e parte della via Piedimonte.

La Presidenza del Consiglio dei Ministri, infatti, ha destinato 2 milioni e 228 mila euro per questa importante opera che è stata avviata nel 2005. La prima parte di questi imponenti lavori furono realizzati con 3,3 milioni di euro finanziati dal Ministero dell’Ambiente. Adesso le risorse sono stati reperite dal fondo per l’8 per mille e permetteranno di concludere il consolidamento.

Il decreto di finanziamento è stato pubblicato nella Gazzetta ufficiale della Repubblica Italiana, quindi l’iter burocratico per realizzare i lavori è già partito.

L’intervento prevede di mettere in sicurezza quest’area del paese, individuata dal Piano per l’assetto idrogeologico come area a rischio R4, cioè col massimo pericolo di frane e caduta massi, attraverso il posizionamento di reti metalliche e la realizzazione di opere di mantenimento della roccia.

«Questi lavori – spiega il sindaco, Vitale Gattuso – permetteranno di eliminare i rischi di dissesto idrogeologico chiudendo un percorso che alla fine permetterà anche di togliere il vincolo di massimo rischio».

L’eliminazione dei vincoli e del rischio R4 avrà anche un seconda conseguenza positiva: ci sarà infatti la possibilità di valorizzare i fabbricati, aprendo le porte all’attività di recupero edilizio degli edifici e quindi nuove opportunità in futuro per le imprese che operano in questo settore. Inoltre, aumenterà il valore stesso degli immobili.

Articoli Correlati

  • Batia, ecco 1,3 milioni di euro per il costone roccioso Dopo l’importante opera di consolidamento realizzata qualche anno fa su tutto il costone roccioso del Colle San Vitale soprastante il quartiere Batia, un secondo intervento riguarderà quell’area a rischio di dissesto idrogeologico. Il Ministero dell’Ambiente, infatti, ha decretato un […]
  • Da Terna 345 mila euro per la sistemazione delle strade Terna, la società che gestisce a livello nazionale la rete elettrica, deve realizzare, per migliorare la qualità e la continuità della fornitura dell’energia elettrica nell’area centrale della Regione Siciliana, un nuovo collegamento con un elettrodotto di tensione di 380 kV che […]

Comments are closed.