2.146 views

Visita a Montecitorio per il Parlamento della Legalità di Castronovo

3 maggio 2012

Il “Centro Studi Parlamento della Legalità”,con sede a San Cipirello (PA), è un’associazione apartitica e senza fini di lucro, che opera in maniera specifica con i giovani, per l’elaborazione, la realizzazione e la promozione di iniziative socio-educative e culturali. Essa si pone quale strumento di incentivazione della solidarietà sociale e civile, per la lotta all’illegalità, alle mafie ed, in particolare, alla “mentalità” mafiosa. Lo spirito dell’organizzazione trova origine nella Costituzione italiana e, più in generale, nel rispetto della dimensione umana della persona. Scopo primario del Centro Studi Parlamento della Legalità” è quello di potenziare al massimo le qualità naturali dei giovani – siano essi impegnati nel mondo della scuola, nel settore del volontariato o in qualunque altro settore socio-politico-culturale – al fine di renderli protagonisti della propria storia, educandoli a divenire attenti interlocutori e cittadini responsabili, che cooperano con le istituzioni a favore di una cultura “per la vita” e “della vita”.

Le attività promosse dall’Associazione sono: attività culturali, attività associative, attività editoriali e di formazione. Il suo fondatore e attuale presidente è il Prof. Nicolò Mannino. L’organizzazione, a livello territoriale, è decentrata e ha diverse sedi che godono di autonomia organizzativa. Tantissime scuole, in tutta Italia, aderiscono al progetto “LA LEGALITA …LEGA L’ITALIA” proposto in questi anni dal Centro Studi. Anche la Scuola di Castronovo di Sicilia, con i suoi alunni rappresentanti tutte le classi dell’Istituto, ha dato il suo entusiastico contributo all’iniziativa.

Il ” Parlamento della legalità” è un progetto formativo e culturale che arriva a Castronovo nel settembre 2010, quando il vicesindaco, Francesco Onorato, propone all’allora dirigente scolastica dell’I. C. Dante Alighieri, Rosa Pia Raimondi, l’idea di concludere un protocollo d’intesa tra la Scuola, l’Amministrazione comunale di Castronovo di Sicilia e il “Centro Studi Parlamento della Legalità” di San Cipirello. Lo scopo precipuo dell’iniziativa è quello di creare un percorso culturale in cui far convergere tutte le forze sociali presenti nel paese, in vista di un impegno efficace e determinante per la crescita dei giovani, per la loro formazione civica e la maturazione della dignità civile, umana e sociale, nel rispetto della legalità, di sé stessi e degli altri, in un clima di tolleranza e di cooperazione. In quest’ottica sarà possibile, fin dai banchi della scuola primaria, maturare la convinzione che la società dei diritti civili è una società di dialogo, di progresso, di relazionalità e di cultura.

La macchina del progetto è partita il 18 Ottobre 2010 con una manifestazione-evento che ha coinvolto tutta la cittadinanza e tutti gli alunni della scuola, organizzata dall’Amministrazione Comunale, guidata dal sindaco Vitale Gattuso, con la firma del protocollo d’intesa ,alla presenza,oltre che dei docenti e della dirigente scolastica, di personalità del mondo politico, della magistratura, delle istituzioni nazionali e regionali, delle forze dell’ordine. Da lì si è avviato un rapporto di cooperazione che, dal 2010 ad oggi, ha coinvolto circa 45 alunni del nostro Istituto, ragazzi interessati e motivati che hanno lavorato senza sosta facendo da locomotiva trainante per la scuola, docenti e Amministrazione Comunale. Vari sono stati i momenti di intensa attività formativa, a scuola e fuori dalla scuola, che li hanno visti protagonisti :visite guidate alla Sede dell’ARS, a Palazzo dei Normanni a Palermo, al Carcere Pagliarelli ,seminari su tematiche di interesse comune, convegni ed incontri, alla presenza del sindaco e di rappresentanti dell’amministrazione comunale, organizzati oltre che nella propria anche nelle altre scuole della Sicilia aderenti al progetto, partecipazione alla Giornata Nazionale della Legalità ecc. Sicuramente l’esperienza più coinvolgente è stata il viaggio a Roma, dove, col patrocinio dell’Amministrazione Comunale, sono stati accompagnati, dal sindaco Vitale Gattuso, dall’assessore alla Pubblica Istruzione Castrenze Scrudato, dalla vicepreside Prof.Enza Greco e dai docenti Diego Marranca e Fabio Vaiana, a visitare la sede del Parlamento Italiano e hanno potuto “toccare con mano” quanto varie volte era stato oggetto di discussione teorica e di riflessione collettiva.

L’esperienza  fatta dai ragazzi sarà molto più profonda nei prossimi anni, quando veramente capiranno  il vero significato e la vera funzionalità di ciò che hanno visto. Cioè quando capiranno che la politica e il parlamento in particolare non sono qualcosa di astratto o lontano dal cittadino, ma sono l’essenza  della democrazia, in poche parole capiranno che i luoghi visitati sono i luoghi in cui  si decide il modo di vivere di un intero popolo, anche delle piccole cose decisioni che possono sembrare lontane, ma che invece ci toccano da vicino nella vita di tutti i giorni.

Ad accompagnare i ragazzi, tra gli altri, il sindaco, Vitale Gattuso, l’assessore comunale alla Pubblica istruzione, Castrenze Scrudato, il consigliere comunale Gianluigi Di Franza, la docente Vincenza Greco.

Articoli Correlati

  • Si è conclusa la terza edizione del concorso “Elena Alfonso” Il 20 dicembre, presso il Centro Sociale “Totò Tirrito” di Castronovo, in occasione della presentazione del calendario 2013 preparato, come ogni anno, dagli alunni dell’Istituto Comprensivo “Dante Alighieri”, si è proceduto alla premiazione degli alunni partecipanti al concorso “Elena […]
  • Giornata della legalità E' arrivata una primavera luminosa e specialissima, a svegliare le coscienze spesso votate alla sonnolenza e all'indifferenza, una primavera insolita che chiede di rimanere attenti, svegli, pronti a percorrere le strade della speranza e della vita. Entusiasmo e voglia di " svegliare […]

Comments are closed.