5.991 views

Gemellaggio tra Castronovo e Armento Celebrato il decimo anniversario

8 marzo 2010

x anniversario gemellaggio castronovo-armento 8 marzo 2010 (142)

È stato celebrato questa mattina il decimo anniversario del gemellaggio tra Castronovo di Sicilia Armento (Potenza). Al centro sociale si sono ritrovati i rappresentanti delle due comunità unite nel nome di San Vitale, patrono dei due comuni, che nacque a Castronovo nel IX secolo e le cui spoglie riposano nella chiesa armentese. Per l’occasione proprio le reliquie del santo sono state portate a Castronovo dove rimarranno esposte nella chiesa madre della Santissima Trinità fino a domani.

«Ricordo il 1994, – ha detto il sindaco di Castronovo, Vitale Gattuso – quando per l’occasione le spoglie mortali di San Vitale furono portate in paese per il millenario della sua morte. Da quel momento nacque una manifestazione di amicizia e affetto che partì con il sindaco Totò Tirrito e si concretizzò con il gemellaggio voluto dal sindaco di Castronovo, Franco Licata, e da quello di Armento, Pinuccio Ierardi, nel 2000. Ma il gemellaggio non si sarebbe potuto fare senza i due parroci, padre Onorio Scaglione, e don Mimì Angerosa».

Gattuso ha annunciato, inoltre, che presto si avvierà anche un sodalizio con il Comune di Roccabernarda (Calabria) dove San Vitale dimorò per due anni nelle grotte che da lui poi presero il nome. «Noi saremmo onorati – ha rimarcato il sindaco di Roccabernarda, Enzo Pugliese – di poter essere gemellati con Castronovo. Conosciamo San Vitale da poco, ma già ci siamo impegnati tantissimo per valorizzare la sua figura nel nostro paese».

Il presidente del consiglio comunale, Alessandro Alfonzo, ha sottolineato che «il nostro è un gemellaggio unico, perché unisce due comunità da un punto di vista spirituale e idealmente unisce tutti i comuni dai quali San Vitale è passato: una sorta di pellegrinaggio sulle orme del santo». Un gemellaggio che «va al di là di ogni steccato e divisione politica – ha evidenziato il sindaco di Armento, Franco Curto – un gemellaggio più forte di tutto. Grazie a questo il nostro paese ha puntato molto a valorizzare l’esperienza storica del monachesimo basiliano così abbiamo avviato tante iniziative in tal senso, tra cui la realizzazione del giardino dedicato ai Santi Vitale e Luca».

Il parroco di Castronovo, don Onorio Scaglione, ha ricordato la scarsa venerazione che c’era in paese per il patrono. «Quando divenni parroco, poca gente partecipava alla processione del 9 marzo. Allora ho lavorato tantissimo per far venerare di più questa grande figura ed è stata anche istituita la processione e la festa nel periodo estivo, ad agosto, quando San Vitale nacque. Ringrazio chi ha contribuito a incrementare questo culto che a Castronovo è presente dal 1700, da quando si apprese di avere questo santo nativo del paese e lo si fece patrono». Padre Onorio ha, inoltre, rievocato tanti ricordi legati alla presenza delle spoglie mortali del patrono nel 1994. Il parroco attuale di Armento è don Giacinto Disanzo che ha preso il posto del compianto don Mimì: «I santi sono nostri compagni di strada – ha detto – nel pellegrinaggio verso la Patria celeste. E grazie a San Vitale, inoltre, abbiamo avuto la possibilità di avere questo scambio culturale e sociale con Castronovo: che questa amicizia vera e profonda nel nome di San Vitale si rafforzi sempre più».

Tra gli intervenuti, oltre agli alunni delle scuole dei due paesi che hanno letto anche delle testimonianze, i sindaci che furono nel 2000 protagonisti del gemellaggio: Pinuccio Ierardi di Armento e Franco Licata di Castronovo. «Non dimenticherò mai l’accoglienza calorosa di dieci anni fa – ha detto il primo – ricordo anche le tante persone importanti artefici di questo gemellaggio che adesso non ci sono più come Filippo Di Giorgio, Filippo Ierardi e don Mimì Angerosa. Devo dire che l’atmosfera di amicizia che si è creata tra noi ripaga veramente gli sforzi fatti per questo gemellaggio». Licata ha parlato di una «grande emozione che dobbiamo impegnarci a trasmettere alle nuove generazioni perché questo sodalizio continui in futuro. Auspico anche che si crei un gemellaggio con Roccabernarda». Tra gli intervenuti anche il presidente dell’associazione Kassar, Nino Conti, il presidente dell’associazione “Castronovo-Venaria Totò Tirrito”, Salvatore Mercadante e il presidente dell’associazione musicale “Città di Castronovo”, Giovanni Salvaggio, mentre Antonio Labate ha cantato una canzone su San Vitale da lui scritta e composta e riportata di seguito, mentre in fondo è riportata la galleria fotografica che racconta per immagini la cerimonia:

Santu Vitali

Parole & musica di Antonio Labate

Santu Vitali, fèdda di pani,

e di lu riestu, 1u duna ali cani.

Santu Vitali, passa lu mari,

pi’ gghijri a truvari, nautra terra uguale,

Simtu Vitali, ( Santu Vitali)

cu li petri e li manu (cu li petri e li manu)

e cu 1’aiutu di lu cielu, pridicava lu vangeli

Santu Vitali, (Santu Vitali)

cu li so munasteri (cu li so munasteri)

facija 1a vija, p’arrivari a Diju.

A Castronovo u’ Santu nasciju, e a Rapolla u Santu muriju,

ad Armento u santu riposa, e a Castronovo u Santi è Patruni,

Santu Vitali, duna la paci e scaccia 1u mali,

Santu Vitali, dunaci paci e scaccia 1u mali.

Lu Santu è vivu. Lu Santu prega, lu Santu ascuta, lu santu parla,

lu Santu riri, lu Santu è Santu, è u nuostru vanttu

Evviva-evviva San Vitale, evviva—evviva San Vitale,

evviva-evviva, San Vitale, San Vitale…

Santu Vitali, muntagna di sali,

ni lu ghiaxciju di 1’acqua, parivi un faru.

Santu Vitali, lu serpenti fa mali,

ma 1a Santa Cruci, pur’u vilienu fa duci.

Santu Vitali, (Santu Vitali)

cu 1i petri e 1i manu (cu 1i petri e 1i manu)

e cu l’aiutu du ciuelu predicava lu Vangeli

Santu Vitali, (Santu Vitali)

cu li so munasteri (cu li so munasteri)

Ni lu silenziu prigava lu figliu di Diu.

A Castronovo u’ Santu nasciju, e a Rapolla u Santu muriju,

ad Armento u santu riposa, e a Castronovo u Santi è Patruni,

Santu Vitali, duna la paci e scaccia 1u mali,

Santu Vitali, dunaci paci e scaccia 1u mali.

Evviva-evviva San Vitale, evviva-evviva San Vitale,

evviva-evviva, San Vitale, San Vitale…

CLICCA SULLE IMMAGINI PER INGRANDIRLE

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *